Una buona idea

A proposito di sagre riporto un’articolo dei conduttori radiofonici Massimo Cirri e Filippo Solibello.
Secondo me una buona idea.

Se la sagra è solidale
Così Montepulciano si aiuta facendo festa

Sagre e feste tradizionali sono momenti importanti nella vita dei nostri paesi. Soprattutto per quelli più piccoli: li tengono vivi, aggregano le persone, attirano turismo. E poi, in paese, ci sono tutti i mesi tra una sagra e l’altra per riparlarne, fare bilanci, criticare quella porchetta un po’ troppo cotta o l’errore nell’ordine della birra che se prendevamo sei fusti in più la si finiva lo stesso di sicuro.
Per fare sagra o festa serve un motivo – il santo patrono, un prodotto tipico, una ricorrenza o un pretesto più o meno antico o anticato – poi l’associazione di volontariato che l’organizza, le cucine e i tavoli e tutto quello che serve per mangiare. Perché non si ha notizia di sagre e feste tradizionali dove non si mangia qualcosa. Di solito, invece, si mangia molto.
Perché festa e cibo sono legati da sempre, da quando il cibo non era sicuro che ci fosse proprio tutti i giorni e quindi quando c’era era una festa. La sagra si fa in piazza, è lì il suo bello. La piazza la concede il Comune, che ci mette pure il patrocinio. E fino a poco tempo fa ci scappava anche il finanziamento. Un contributo grande o piccolo – più spesso piccolo – all’associazione organizzatrice per far crescere la manifestazione.
Adesso, con la crisi economica che stringe le casse comunali, è difficile distribuire contributi. Ma feste e sagre si fanno lo stesso. Così a Montepulciano, provincia di Siena, patria del vino Nobile, il sindaco Andrea Rossi ha avuto l’idea di capovolgere il meccanismo: sagre e feste, con tutto il volontariato che c’è dietro, diventano motore di sviluppo sociale.
Funziona così: per ogni pasto servito a pagamento nelle sagre l’associazione organizzatrice versa un euro che finisce in un fondo di solidarietà. Per il 50% serve a finanziare lavori socialmente utili per chi si ritrova disoccupato a causa della crisi economica e non ha nessun ammortizzatore sociale. Con l’altro 50% si sovvenzionano i servizi sociali e il progetto Orchestra in Classe, che offre lezioni di strumenti ad arco per tutti, ma proprio tutti, gli alunni delle prime e seconde della scuola elementare.

sagre

sagra


Comune e associazioni contano di tirar su nel 2012 tra i 70 e gli 80mila euro. Perché in un anno a Montepulciano, anche se conta 14.500 abitanti, si servono tra 70 e 80mila pasti in piazza.
Ogni anno in agosto c’è il Bravìo delle Botti, la festa più importante. Due uomini per ognuna delle otto contrade spingono una botte da 80 chili lungo le vie della città, in salita. Ma c’è anche la Festa del Motociclista, quella di Primavera, quella alla Madonna del Cerro, C’era una volta l’aia, il Campionato Italiano di Ruzzola, la Festa d’Estate, la Riscoperta dei Vecchi Mestieri, la Festa dello Sport, quella della Trebbiatura, quella di San Donato, e quella di San Lorenzo.
Poi il Palio dei Carretti, la Festa Biancorossa, la Festa dei Nonni, quella del Cibo di Strada, dell’Olio e delle Castagne, la Sagra dei Sapori d’Inverno e l’Antica Fiera di Sant’Andrea.
In totale, a Montepulciano, ci sono più di 200 serate all’anno in cui mangiare in piazza, facendo solidarietà. Buon appetito.
Massimo Cirri e Filippo Solibello

Fonte: www.consumatori.e-coop.it

Donatori di sangue a Oleis

52° GIORNATA DEL DONATORE
OLEIS (frazione di Manzano-UDINE)
sabato 26 maggio 2012

Donatori di sangue Manzano

Il pellicano nutre col sangue i suoi figli

PROGRAMMA
ore 17:00 Raduno Autorità e Donatori a OLEIS presso sala ex-ACLI
ore 17:45 Partenza corteo accompagnato dal Corpo Bandistico “Nereo Pastorutti” di Manzano
ore 18:00 S.Messa presso la chiesa di Oleis accompagnata dal coro “Arrigo Tavagnacco” di Manzano
ore 19:00 Ricomposizione corteo e omaggio ai Caduti di tutte le guerre
ore 19:30 Discorsi, premiazioni e cena a Oleis presso i locali della ditta C.M.C. di Caruso Mario in via dei prati n.4

Consiglio Comunale

Oggi mercoledì 23-05-2012 alle ore 19:00, presso la sala consiliare del Comune di Manzano, sita in Palazzo Torriani via Natisone n.34
è convocato il primo Consiglio Comunale del mandato 2012-2017.

L’ordine del giorno è scaricabile (formato PDF) dal sito del Comune.

EDIT: il primo punto è stato cambiato in
SURROGA CONSIGLIERE DIMISSIONARIO ED ESAME DEGLI ELETTI ALLA CARICA DI SINDACO E DI CONSIGLIERE COMUNALE E DELLE CONDIZIONI DI ELEGGIBILITA’ E DI INCOMPATIBILITA’ DI CIASCUNO DI ESSI. ADEMPIMENTI.

Ciò si è reso necessario per le dimissioni di un consigliere del gruppo Lega Nord (Annamaria Chiappo) e la conseguente nomina a consigliere del primo dei non eletti di quel gruppo (il consigliere regionale Ugo de Mattia).

Provocazioni

MODE [“tra il serio ed il faceto”] = ON

Il grandissimo comico friulano Sdrindule, al secolo Ermes di Lenardo, nei suoi spettacoli è solito tratteggiare i triestini come poco inclini al lavoro e molto inclini al più appagante “magnar & bevar”.

Analizzando gli accessi al mio BLOG ho notato che il post Oleis – Festa dell’Olio e dintorni in pochissimi giorni di pubblicazione ha superato di gran lunga (il doppio) i click del post IL COWORKING – LAVORARE AGGREGATI che è in linea dalla nascita del BLOG.

Siccome il BLOG è a carattere locale, immaginavo che il traffico fosse in larga parte locale. Probabilmente invece ho molti accessi dall’area giuliana, oppure il virus si è diffuso… 🙂

MODE [“tra il serio ed il faceto”] = OFF

festa dell'olio e dintorni

grande evento

MODE [“ripensamenti”] = ON

Notando la notevole differenza di interesse suscitata dai due argomenti, quasi quasi durante la campagna elettorale mi conveniva puntare esclusivamente su UN’ALTRA DELLE MIE PROPOSTE ELETTORALI, forse avrei raccolto più consenso e magari ora sarei assessore.

MODE [“ripensamenti”] = OFF

PS: sì lo so che la notizia del giorno è il nuovo sindaco di Parma e che dovrei dire qualcosa. Ma ormai tutti hanno detto tutto (o quasi). Comunque se qualche temerario vuole sapere come la penso clicchi qui e legga il mio commento su un blog “terzo”.

Calcolo I.M.U.

L’Ufficio Tributi del Comune di Manzano provvederà prima della scadenza dell’acconto del 18 giugno 2012 ad inviare ai contribuenti proprietari della prima casa e pertinenze un prospetto di calcolo e il modello F24 compilato con gli importi dovuti e i codici di versamento.

agenzia del territorio

agenzia del territorio

Cliccando sull’icona AGENZIA DEL TERRITORIO puoi verificare la rendita catastale dei fabbricati e terreni di proprietà. E’ necessario inserire il codice fiscale e i dati catastali (Foglio e Mappale) per ottenere il valore fiscale necessario al calcolo dell’Imu.

calcolo IMU on-line

calcolo IMU on-line

Cliccando sull’icona CALCOLO IMU puoi simulare il calcolo dell’I.M.U. per le tue proprietà.

Pirla o principianti?

Premesso che questo blog (e chi scrive) è garantista (meglio precisarlo per evitare querele 😉 ) e che per la legislazione italiana fino al terzo grado di giudizio non si può definire COLPEVOLE Tizio o Caio, con questo post mi limito a riportare notizie di cronaca.

Da diverso tempo tengono banco sui media le accuse (fondate o meno?) riguardanti l’utilizzo improprio dei rimborsi elettorali.

Ad es. sulla home page di Affaritaliani.it di oggi si parla di rimborsi elettorali dirottati con altre finalità per:

Inoltre come si legge su Lavoce.info QUI e QUI, le spese elettorali sostenute dai partiti ammontano a circa UN QUINTO dei rimborsi ricevuti(il partito spende 100 e viene rimborsato per 500) e tali rimborsi non riguardano (purtroppo o per fortuna ?!) le elezioni amministrative (quelle del sindaco e consiglio comunale).

Accà nisciun’è fess’

Quindi tutti noi candidati alle recenti amministrative che ci siamo autofinanziati la campagna elettorale di tasca nostra siamo dei pirla o semplicemente dei principianti?

Oleis – Festa dell’Olio e dintorni

Dal 25 al 27 maggio ritorna “Olio e Dintorni” (ottava edizione), la manifestazione dedicata all’olivo e all’olio d’oliva a Oleis* – Manzano (UD).

COME ARRIVARE A OLEIS

Guide all’assaggio, un convegno sulle tecniche di coltivazione dell’olivo, corsi di potatura, interventi sul rapporto tra l’olio e la nostra salute e tra l’ambiente e la qualità dell’olio; ma anche eventi culturali, mostre, musica, corsi di cucina per bambini, laboratori didattici fino al corso per imparare l’antica arte di fare il pane in Abbazia di Rosazzo: tutto questo nell’edizione 2012 di Olio e Dintorni – manifestazione nata dalla collaborazione tra la locale Associazione Arc Oleis & Dintorni e il Comune di Manzano, con il patrocinio della Regione con Ersa, Provincia di Udine e numerosi altri Enti – in programma dal 25 al 27 maggio 2012, come sempre nei suggestivi scenari di Villa Maseri a Oleis e dell’Abbazia di Rosazzo.

oleis olio e dintorni

Oleis olio e dintorni – VENERDI

L’edizione 2012 si aprirà venerdì 25 maggio alle ore 18.00 con l’inaugurazione dell’esposizione Olivarelli, una degustazione e un laboratorio alla scoperta delle caratteristiche sensoriali dell’olio extravergine di oliva. Ritorna la terza edizione del Premio Olio dell’Abbate, a cui aderiscono 17 aziende regionali. Il premio al primo classificato sarà consegnato domenica 27 maggio alle ore 13.00 ad Oleis in villa Maseri, in chiusura del convegno internazionale in programma nell’ultima giornata dalle ore 9.30.

Oleis olio e dintorni - pag.2

Oleis olio e dintorni – SABATO

Sabato 26 maggio alle ore 9.30, a Villa Maseri, appuntamento con l’ERSA regionale per la lezione di potatura e di coltivazione; alle 15 spazio al test sensoriale internazionale quindi il Corso di cucina per i piccoli chef e il convegno in Abbazia dal titolo “Pane buono? Istruzioni per l’uso”. Alle 19.00 sarà presentato il mensile QB, web media partner della manifestazione e poi spazio alla tradizionale Cena con il vignaiuolo (prenotazioni al numero 338 1473352).

Oleis olio e dintorni - pag.3

Oleis olio e dintorni – DOMENICA

Domenica 27 maggio, l’appuntamento è alle 8.30 con la 3a Marcia non competitiva “Atòr pai roncs di uelis e badie”, tra villa Maseri e l’Abbazia di Rosazzo, dove invece a partire dalle 14 si svolgerà un corso dedicato all’arte di fare il pane. Per chi ama la musica classica, inoltre, alle ore 11:30, nella Chiesa di San Giovanni Battista e San Nicolò di Oleis potrà anche assistere al concerto del Quartetto d’archi Vidolee. Per tutto il giorno continueranno le degustazioni, le esposizioni curate dall’Associazione culturalegno e gli appuntamenti per gli addetti ai lavori, come il covegno internazionale, in programma alle 9.30 a villa Maseri.

* PICCOLA CURIOSITA’: il toponimo “Oleis” deriva proprio da “olio” in quanto nell’antichità il territorio di Oleis era coltivato a oliveti dai frati benedettini di stanza nell’Abbazia di Rosazzo.

COME ARRIVARE A OLEIS

Partite IVA

Il Dipartimento delle Finanze del ministero dell’Economia comunica che il 51,3% delle aperture delle partite Iva a marzo è dovuto a giovani fino a 35 anni. E riguarda sempre questa fascia di età il maggior aumento rispetto al corrispondente mese del 2011: +23,4%.

La distribuzione per natura giuridica delle nuove partite Iva a marzo conferma anche la netta preponderanza delle persone fisiche nelle aperture di partita Iva (quota del 77,7%) e, tra le altre forme giuridiche, le società di capitali raggiungono il 14,2%.
Se si confrontano i dati con il mese di marzo de 2011, si nota che l’incremento generale è dovuto alle persone fisiche che, con il loro aumento del 14,3%, controbilanciano il calo di aperture relativo alle forme societarie. Riguardo alla ripartizione territoriale delle aperture, il 41,5% di esse si è registrato al Nord, il 23,2% al Centro, il 35,2% al Sud ed Isole.

coworking manzano

coworking manzano

La classificazione per settore produttivo evidenzia che il commercio registra il maggior numero di aperture di partite Iva: il 22,2% del totale, seguito dalle attività professionali con il 15,8%. Anche il settore agricolo mostra un deciso aumento di aperture (+14,3%), mentre un leggerissimo calo si nota nel gruppo industriale (-0,8%), causato dal settore edilizio (-2,4%). Relativamente alle persone fisiche, la ripartizione per sesso vede i maschi aprire circa il 65% di partite Iva.

Tornando ai giovani, l’aumento delle aperture di partite Iva da parte degli under 35 dimostra quanto il lavoro autonomo stia diventando, in alcuni casi, l’unico modo per accedere al mondo del lavoro.

La proposta elettorale di aprire un COWORKING a MANZANO va quindi nella giusta direzione.
Mi auguro solo che la burocrazia riesca a darci risposte in tempi accettabili.

Fonte articolo: Soldi e Lavoro

Consulto

Al tempo dei romani i soldati prima di partire per una missione erano soliti chiederne anticipatamente l’esito alla Sibilla.
Il responso di solito presentava due possibili casi.

la bocca della verità

la bocca della verità

1. Ibis, redibisnon morieris in bello.
Questo era buono.

2. Ibis, redibis non, morieris in bello.
Questo NON era buono.

Un caro amico, mi ha dato il suo responso all’inizio di questa avventura politica e amministrativa.
Seguendo un paio di suoi consigli è:
Ibis, redibis, non morieris in bello.

Ringrazio di cuore l’oracolo/amico.

Grillini in TV – Sì o No?

Sembra che Beppe Grillo abbia vietato di comparire in TV agli esponenti del Movimento 5 Stelle.

Ammesso che sia vero, con un flash-back di qualche settimana immagino il seguente scenario.
A Manzano si candidano a sindaco Lidia Driutti, Mauro Iacumin, Lucio Zamò e un esponente del M5S di Beppe Grillo.

Telefriuli organizza, come ha effettivamente organizzato, un confronto televisivo fra i 4 candidati e una poltrona rimane vuota.
Voi come la vedete?

Oltre a dire SI o NO vi invito a motivare la risposta con un commento.

Invito

Questa sera (10 maggio 2012) presso Agriturismo Driutti (frazione San Lorenzo) dalle ore 20:00 ci sarà l’occasione per festeggiare il risultato elettorale e ringraziare tutti i sostenitori.

Un’occasione anche per conoscere meglio i followers di questo blog.

Analisi della consultazione

Nell’attesa che venga fissata la prima seduta del Consiglio Comunale, analizziamo i risultati della consultazione elettorale.

A Manzano:
affluenza 67,19% (73% nel 2007)
Un piccolo calo, si temeva molto di più.
Manzano fortunatamente non è una piazza dove dilaga l’astensionismo, per cui le diverse posizioni dei manzanesi si possono ritenere ben rappresentate nel Consiglio Comunale 2012-2017.

analisi voto manzano

analisi voto manzano

Il mio risultato:
43 preferenze, di cui il 60% nel seggio Oleis-Rosazzo e il 40% a Manzano e restanti frazioni (eslcuso Manzinello dove non ho raccolto consenso).
Il numero di preferenze mi consentono, per un solo voto, di entrare in Consiglio.
Nonostante questo lo ritengo un successo, anche perchè i candidati erano oltre 100 ed è stata la mia prima campagna elettorale.
Tenendo in considerazione le preferenze non posso ritenermi un consigliere “di peso” ma mi impegnerò ugualmente a condurre in porto il progetto COWORKING.

Un dato comune a tutte le coalizioni è il rilevante numero di voti attribuiti al candidato sindaco senza l’espressione di una preferenza al candidato consigliere.
Questo, cari elettori, NON è bene!

Rilevante è anche il voto “distratto” (errori nell’attribuire la preferenza o il voto di lista) che ha portato ad annullare purtroppo alcune schede.

A livello nazionale:
Si parla di crollo del PDL, del PD, della LEGA, di successo dell’antipolitica e del Movimento 5 Stelle.

Personalmente non credo che le elezioni amministrative rappresentino un test attendibile per questo o quel partito-movimento.
Come abbondantemente sostenuto nei vari post e video precedenti, sono convinto che nelle amministrative le persone contino molto di più delle casacche che indossano, siano esse rosse, verdi, azzurre o stellate (un esempio su tutti la conferma di Tosi a Verona con la Lega ai minimi termini di consenso).

Non condivido l’equazione antipolitica=Movimento 5 stelle.
Piuttosto ritengo anche questo un modo di fare politica, condivisibile o meno.
A tal proposito seguirò con interesse l’amministrazione del comune di Sarego.

Link a un’interessante analisi sul come è stato votato il Movimento 5 stelle.
In buona sostanza: in questa tornata elettorale si nota come nei partiti tradizionali la preferenza sia stata data alle persone di cui si ha fiducia e conoscenza diretta, aldilà dell’appartenenza a questo o quel partito.
Il Movimento 5 stelle invece ha avuto tanti voti come lista ma pochi come preferenza. Si è data cioè molta fiducia al “marchio” 5 stelle, prescindendo dal fatto che i candidati fossero in larga parte poco conosciuti.

Fine campagna

La mia campagna elettorale è iniziata circa due mesi e mezzo fa. Il 16 febbraio.
E’ iniziata con un POST sul mio BLOG.
Con quel POST mi sono preso un impegno formale a portare il mio piccolo contributo alla comunità di Manzano.

Dopo quel giorno sono successe tante cose, ho avuto l’opportunità di conoscere oltre i candidati anche tante altre persone in gamba a Manzano e nelle sue frazioni.
C’è stato tanto impegno, tanta fatica, momenti di esaltazione e momenti di scoramento.

In questi due mesi e mezzo ho avuto parzialmente modo di capire quanto sia impegnativo guidare un Comune.
Quanto sia gravoso l’impegno e la responsabilità nel prendere decisioni che vanno a influenzare la vita di tutta la cittadinanza. Pochi decidono per molti.

Domenica e lunedì andremo ad eleggere il sindaco e il consiglio comunale.
Potrei mettermi a parlare di quanto siano bravi, competenti e in gamba le persone della squadra di cui faccio parte, in modo da convincervi a votarli.
Credo però che nelle ultime settimane abbiamo avuto già tanta informazione e giustamente ognuno ha potuto trarre le proprie conclusioni.

candidati elezioni manzano

un Paese migliore

Quindi visto che ormai su Manzano e sui manzanesi sono state già dette tantissime cose vorrei portarvi per un attimo a Monasterace. Un piccolo comune di 3.500 abitanti in provincia di Reggio Calabria.
Il mese scorso è successo un avvenimento che mi ha colpito molto, come persona e come cittadino.

Il primo aprile Maria Carmela Lanzetta, una donna, sindaco di Monasterace, ha rassegnato le proprie dimissioni da sindaco, esasperata dai numerosi atti intimidatori nei suoi confronti.
Il suo operato, volto al buon governo, andava a toccare interessi particolari. Ad un mese dalla sua elezione la farmacia di sua proprietà è stata data alle fiamme e poi l’escalation con tre colpi di pistola esplosi contro la sua auto.

Un sindaco quindi che si trova da un lato ad amministrare un comune e cercare di risolvere i problemi connessi, e dall’altro si trova anche a fare i conti la criminalità organizzata e i suoi metodi.

Maria Carmela Lanzetta voleva dimettersi per proteggere sè stessa e la sua famiglia.

Immediatamente è partita la rete di solidarietà delle istituzioni, dei sindaci della locride e delle persone comuni. Le è stata messa a disposizione una scorta 24 ore su 24 e Maria Carmela Lanzetta ha ritirato le dimissioni.

Io credo che l’Italia abbia un futuro, una speranza, grazie soprattutto a persone per bene come Maria Carmela Lanzetta.