Analisi della consultazione

Nell’attesa che venga fissata la prima seduta del Consiglio Comunale, analizziamo i risultati della consultazione elettorale.

A Manzano:
affluenza 67,19% (73% nel 2007)
Un piccolo calo, si temeva molto di più.
Manzano fortunatamente non è una piazza dove dilaga l’astensionismo, per cui le diverse posizioni dei manzanesi si possono ritenere ben rappresentate nel Consiglio Comunale 2012-2017.

analisi voto manzano

analisi voto manzano

Il mio risultato:
43 preferenze, di cui il 60% nel seggio Oleis-Rosazzo e il 40% a Manzano e restanti frazioni (eslcuso Manzinello dove non ho raccolto consenso).
Il numero di preferenze mi consentono, per un solo voto, di entrare in Consiglio.
Nonostante questo lo ritengo un successo, anche perchè i candidati erano oltre 100 ed è stata la mia prima campagna elettorale.
Tenendo in considerazione le preferenze non posso ritenermi un consigliere “di peso” ma mi impegnerò ugualmente a condurre in porto il progetto COWORKING.

Un dato comune a tutte le coalizioni è il rilevante numero di voti attribuiti al candidato sindaco senza l’espressione di una preferenza al candidato consigliere.
Questo, cari elettori, NON è bene!

Rilevante è anche il voto “distratto” (errori nell’attribuire la preferenza o il voto di lista) che ha portato ad annullare purtroppo alcune schede.

A livello nazionale:
Si parla di crollo del PDL, del PD, della LEGA, di successo dell’antipolitica e del Movimento 5 Stelle.

Personalmente non credo che le elezioni amministrative rappresentino un test attendibile per questo o quel partito-movimento.
Come abbondantemente sostenuto nei vari post e video precedenti, sono convinto che nelle amministrative le persone contino molto di più delle casacche che indossano, siano esse rosse, verdi, azzurre o stellate (un esempio su tutti la conferma di Tosi a Verona con la Lega ai minimi termini di consenso).

Non condivido l’equazione antipolitica=Movimento 5 stelle.
Piuttosto ritengo anche questo un modo di fare politica, condivisibile o meno.
A tal proposito seguirò con interesse l’amministrazione del comune di Sarego.

Link a un’interessante analisi sul come è stato votato il Movimento 5 stelle.
In buona sostanza: in questa tornata elettorale si nota come nei partiti tradizionali la preferenza sia stata data alle persone di cui si ha fiducia e conoscenza diretta, aldilà dell’appartenenza a questo o quel partito.
Il Movimento 5 stelle invece ha avuto tanti voti come lista ma pochi come preferenza. Si è data cioè molta fiducia al “marchio” 5 stelle, prescindendo dal fatto che i candidati fossero in larga parte poco conosciuti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...