Resoconto del Convegno “Nuove opportunità di lavoro per Giovani e Imprese”

saluto del Sindaco di Manzano Lidia Driutti

saluto del Sindaco di Manzano Lidia Driutti

Un veloce resoconto del convegno “TRADIZIONE E INNOVAZIONE – Nuove opportunità di lavoro per Giovani e Imprese” tenutosi a Manzano il 28 novembre 2012.
Interessanti e ricchi di spunti gli interventi. Solo un paio di flash. Le aziende, tramite il programma A.M.V.A., possono beneficiare di contributi (5.500 o 4.700 Euro a seconda dei casi) per l’assunzione di giovani apprendisti.
Inoltre la dott.ssa Alessia Bo di Italia Lavoro ci ha anticipato che a breve uscirà un bando, curato sempre da Italia Lavoro, per il passaggio generazionale delle microimprese. I giovani fino a 35 anni potranno ricevere dei contributi (in via di definizione) per rilevare le attività storiche (negozi, botteghe…i cui proprietari abbiano anche compiuto i 55 anni di età). In questo modo viene favorito il ricambio generazionale, si creano opportunità di lavoro e si evita che venga disperso il know-how dell’azienda.

Alberto Misano - Consigliere del Comune di Manzano

Alberto Misano – Consigliere del Comune di Manzano – delega alle politiche attive del lavoro

Il testo del mio intervento:
Parliamo di sostegno alle aziende, ai lavoratori, di percorsi formativi e di lavoro che manca. In mezzo a tutto questo mi ha molto colpito l’analisi annuale del Sistema informativo Excelsior di Unioncamere (unione delle camere di commercio) e Ministero del Lavoro, presentata a Verona in occasione di Job&Orienta lo scorso venerdì.
Il comunicato stampa recita:
Unioncamere, occupazione: 65mila “introvabili” nel 2012 – La “bandierina” degli irreperibili ai Termoidraulici nel Lazio, ai progettisti informatici in Lombardia e ai camerieri in Trentino Alto Adige.
Scorrendo i dati si scopre come a fronte di circa 400.000 assunzioni (non stagionali) nel 2012, circa 65.000 siano state di difficile/difficilissima reperibilità. In un momento congiunturale avverso, LE AZIENDE HANNO FATICATO A REPERIRE IL 16% DELLA FORZA LAVORO sia tra i neolaureati sia tra i neodiplomati.
Nei laureati difficili da reprerire si va dal settore informatico ai progettisti ma anche a figure come il revisore contabile. Nei diplomati si va dal termoidraulico all’area delle telecomunicazioni a quella del legno/arredo.
Non è che sul mercato del lavoro non ci siano ingegneri, progettisti o esperti in telecomunicazioni. E’ che le aziende faticano a trovare profili adeguati alle proprie richieste.
Perchè questa difficoltà? I MOTIVI PRINCIPALI sono:
1) PREPARAZIONE. Non solo ultra-settoriale ma viene richiesta una preparazione trasversale che metta il candidato in condizione di interagire con aree differenti
2) INTEGRAZIONE CURRICOLARE. I neo-lavoratori hanno poca dimestichezza con le dinamiche aziendali e con la “pratica”. E’ necessario quindi un rafforzamento sistematico dei percorsi di alternanza scuola-lavoro.
3) MAGGIORE SPIRITO DI SQUADRA. I neo-lavoratori sono poco abituati a lavorare in gruppo.
4) MAGGIORE FLESSIBILITA’.

convegno Manzano  Alberto MisanoDetto questo, c’è da dire che al giorno d’oggi se non si trova un lavoro dipendente è necessario in qualche modo crearselo. In tal senso va il progetto COWORKING-LAVORARE AGGREGATI dell’Amministrazione Comunale di Manzano. Progetto volto a favorire l’imprenditorialità dei giovani.
Si sa che tutti i buoni propositi, per passare alla concretezza, hanno bisogno di risorse economiche. Di questi tempi tra spending-review, tagli e razionalizzazioni i margini di manovra sono limitati. La spinta naturale è quindi quella dell’aggregazione (altre Amministrazioni Comunali limitrofe potrebbero aggregarsi). C’è anche l’eventuale ricorso a finanziamenti regionali, nazionali o eurpoei che purtroppo non abbiamo ancora individuato per questa finalità. Spiace tra l’altro che l’assessore regionale Brandi,invitata a questo convegno, non abbia potuto partecipare questa sera in quanto le avrei volentieri rivolto una richiesta in tal senso.

P.S. Approfitto di questo post per invitare chi fosse interessato al progetto COWORKING-Manzano a farsi avanti.

Lamentarsi

I giornali sono pieni di titoli che riguardano scandali nella politica. Non solo a livello nazionale. Ormai siamo abituati, anche lo scandalo più eclatante non ci fa effetto. Siamo arrivati al punto che al solo nominare la parola “politica” ci viene una fitta allo stomaco.
Però lamentarsi e basta o peggio voltarsi dall’altra parte non produce nessun effetto.

riprendiamoci il futuro

riprendiamoci il futuro


La politica va infatti separata dai politici, soprattutto da quelli che non lavorano per il bene della comunità.
La politica è la quotidianità, sono le scelte che influenzano e che influenzeranno la nostra vita. La politica è importante!
Noi giovani dobbiamo esserci ! C’è bisogno di rimboccarsi le maniche, entrare nelle istituzioni, dare un impulso nuovo, diverso, il nostro! Io sono pronto. E tu?

Link correlati:
VIDEO “Buttarsi in politica”
VIDEO “Entusiasmo!”
VIDEO “La mia scelta”

Tendenze

In base a questo rilevamento “nel mese di febbraio 2012 sono stati 27,7 milioni gli utenti che si sono collegati a internet almeno una volta da computer, il 50,7% della popolazione dai due anni in su, con una crescita del 9,2% in un anno. L’audience online nel giorno medio registra una crescita del 7,3%, con 13,8 milioni di utenti attivi che hanno navigato per 1 ora e 26 minuti, consultando 166 pagine per persona.”

grafico_in_salita

crescita del collegamento a internet del 9,2% in un anno

Internet viene usata quindi sempre da più persone e sempre per più tempo.
I contenuti di cui fruiamo su Internet qualcuno li dovrà pur creare!
Il settore dell’on-line è in crescita. La probabilità di trovare uno sbocco lavorativo in un settore in crescita è più alta che trovarlo in altri settori in fase di stagnazione o contrazione.

Una struttura per accogliere lavoratori in COWORKING è perfetta per le professioni del web (grafico, programmatore, content manager, multimedia, posizionamento sui motori di ricerca ecc.) e MANZANO, realizzando questa struttura potrebbe offrire una risposta ai giovani che vogliono prendere in mano il proprio futuro con una professione in un settore in crescita. Una struttura di COWORKING potrebbe auspicabilmente attrarre anche professionisti e creativi che già lavorano, anche dai dintorni. Si potrebbero così sviluppare all’interno della struttura di COWORKING proficue sinergie lavorative (il tuo cliente potrebbe essere interessato a un mio servizio e viceversa).

Lettura del pensiero

Ieri sera a Oleis abbiamo presentato i candidati, il programma e ripercorso brevemente le cose fatte dall’amministrazione in carica nel mandato 2007-2012.

Il consigliere regionale Massimo Blasoni ha fatto un intervento carico di energia e contenuti.
Ho apprezzato il passaggio in cui ha detto che “non è più tempo di accontentarsi di Cahiers de doléances” e che non possiamo disaffezionarci dalla politica solo per i malcostumi cui ci hanno abituato molti politici.
Anzi dobbiamo tutti rimboccarci le maniche e interessarci di più alla politica. Soprattutto i GIOVANI.
Sembrava che mi leggesse nel pensiero. Più o meno sono le parole del mio intervento VIDEO su questo BLOG intitolato “Buttarsi in politica”.

lettura del pensiero

lettura del pensiero

Jessica Masarotti della lista “la giovane Manzano” ha toccato un nervo scoperto di Oleis: non ci sono attività commerciali, mancano i servizi primari. E una persona anziana o senza auto/patente deve ricorrere costantemente ad aiuti per approvvigionarsi a Manzano.
Purtroppo è vero: il negozio di fronte alla chiesa e il bar in centro paese, ora chiusi, rappresentavano più un servizio sociale che un’attività imprenditoriale.

Presente in sala anche Simone Bressan vicecoordinatore provinciale PDL autore di www.rightnation.it che non è intervenuto.

IL MIO INTERVENTO.
Riassumendo, ho motivato la mia candidatura.
1) Portare in Consiglio Comunale la voce dei giovani principalmente sui temi del LAVORO (e INNOVAZIONE) con una proposta concreta di COWORKING-LAVORARE AGGREGATI. Portare in Consiglio Comunale la voce dei giovani anche su CULTURA e SVILUPPO del TERRITORIO.
2) Il secondo motivo è che il candidato sindaco Lidia Driutti con la squadra formata dalle tre liste (Progetto Manzano, PDL Driutti Sindaco, La giovane Manzano) hanno condiviso e supportato con convinzione la mia proposta di COWORKING-LAVORARE AGGREGATI inserendola nel programma elettorale e garantendo il supporto realizzativo in caso di vittoria elettorale di coalizione e mia elezione (la mia elezione dimostrerà che il tema è sentito e gode di consenso tra i cittadini di Manzano e delle sue frazioni) in Consiglio Comunale.
3)  Mi sono candidato anche per sostenere il sindaco Driutti che con la sua squadra che si ricandida ha dimostrato di saper gestire bene la cosa pubblica, il comune.
Viviamo in un momento molto delicato da un punto di vista economico e sociale, lo sappiamo tutti. Pertanto ho ritenuto saggio non andare a fare esperimenti politici con altre coalizioni che devono partire da zero.
Anche perchè se abbandoniamo questa squadra (Driutti) rischiamo di disperdere gran parte di ciò che è stato seminato in questi cinque anni e che nei prossimi cinque si andrebbe a raccogliere.

Ho un sogno!

In questi giorni parlo con molte persone e riscontro molto entusiasmo per la mia proposta di COWORKING, almeno a parole.

Sogno di poter realizzare questa importante iniziativa a favore del lavoro, dei giovani e dello sviluppo di Manzano e delle sue frazioni.

sogno coworking manzano

sogno coworking manzano

Dobbiamo però essere realisti: ci sono 3 candidati sindaci sostenuti da 8 liste!

Affinchè io possa sedere  tra i banchi della maggioranza in consiglio comunale è necessario che venga riconfermato il sindaco Driutti e che io riesca a intercettare tanti voti per dare incisività alla mia azione in giunta comunale e PORTARE A TERMINE L’INIZIATIVA.

Se hai a cuore i temi del lavoro, dei giovani e dello sviluppo di Manzano e delle sue frazioni, Ti chiedo nei limiti delle Tue possibilità: aiutami ed aiutaci ad allargare il consenso.

Se pensi ti possa servire del materiale elettorale (stampe, volantini ecc.) chiedilo senza problemi tramite facebook o tramite il blog (inserisici un commento a questo post oppure lascia la tua mail a pie’ di pagina dove c’è scritto “Segui il Blog via Email”)

Link utili: come si vota

Manzano e le Zone Franche Urbane

Il centrodestra in Regione per il rilancio del Manzanese 
Incontro Savino – Driutti per il Distretto Industriale di Manzano e le Zone Franche Urbane 

Sandra Savino, assessore regionale alle finanze, patrimonio e programmazione

Sandra Savino, assessore regionale alle finanze, patrimonio e programmazione

Si è tenuta il 26 marzo u.s a Trieste, nella sede della direzione regionale Finanze, Programmazione e Patrimonio, alla presenza dell’assessore regionale Sandra Savino, la riunione volta a definire l’inclusione dei comuni appartenenti al Distretto industriale di Manzano nel tavolo tecnico istituito dalla Regione per l’individuazione dei parametri finalizzati all’eventuale istituzione di Zone Franche Urbane (ZFU) in ambito regionale.

“Nostra intenzione – ha dichiarato l’assessore Savino – è di avviare un percorso condiviso con le amministrazioni locali per la formulazione di una proposta al CIPE in merito alla ridefinizione dei parametri socio-economici richiesti ai fini dell’istituzione delle Zone Franche Urbane (ZFU) in regione”. Tra i requisiti principali che vengono presi come metro di misura dal Ministero dello Sviluppo Economico, infatti, figura la presenza di aree svantaggiate caratterizzate da fenomeni di degrado urbano e sociale (con, ad esempio, aumento annuo disoccupazione, calo popolazione, calo iscrizioni scolastiche, chiusure imprese, etc.). Fenomeni che devono essere dimostrati sulla base di puntuali dati statistici, incontrovertibili.

Il sindaco di Manzano Lidia Driutti ha illustrato i problemi legati alla situazione congiunturale attuale, con particolare riferimento al Distretto industriale del Manzanese e, in considerazione delle peculiarità dell’area, si è detta disponibile a fornire tutto il sostegno all’apparato amministrativo regionale per l’istituzione delle ZFU.

Si ricordi come le agevolazioni attualmente previste per le Zone Franche Urbane per le piccole e microimprese consistono in esenzioni da imposte sui redditi, sull’IRAP, sugli immobili di proprietà utilizzati per l’esercizio di nuove attività economiche e sul versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente: interventi di forte impatto economico per le aziende, ma di valenza ben più ampia in ragione dei positivi riflessi socioeconomici che ne deriverebbero.

“La verifica della potenziale istituzione di Zone Franche Urbane in regione si pone in linea con gli indirizzi dell’attuale Giunta – ha affermato Savino a margine dell’incontro -, indirizzi che sono volti a fare gli interessi del territorio e a rivendicare al massimo la particolarità che caratterizza la nostra regione, in primis sotto il profilo della specialità”.

Ufficialmente candidato

Ho firmato ufficialmente l’atto di candidatura con la lista PDL che sostiene il candidato Sindaco Lidia Driutti.

percorso obbligato

ora il percorso è obbligato

Che dire, se non ripetere le parole che ho già detto: ora mi auguro che quelle persone di Manzano, di San Lorenzo, di Oleis, di San Nicolò, di Rosazzo, di Case, di Manzinello, di Soleschiano, che hanno a cuore le tematiche del LAVORO e dei GIOVANI apprezzino la mia iniziativa per creare a Manzano un centro di COWORKING e soprattutto mi diano modo di concretizzarla.

Basta un piccolo gesto: il voto di preferenza a Alberto Misano. Solo così potrò sedere in Consiglio Comunale tra i banchi della maggioranza e portare aventi con incisività questa iniziativa.

Link utili: come si vota

Condivise le mie idee

Le mie proposte vengono condivise da tutta la squadra.

condivisione

interesse per le mie proposte

Soprattutto la proposta di recuperare un opificio dismesso per creare un centro di COWORKING riscuote molto successo. Ora si inizia a fare sul serio!

Mi auguro che quelle persone di Manzano, di San Lorenzo, di Oleis, di San Nicolò, di Rosazzo, di Case, di Manzinello, di Soleschiano, che hanno a cuore le tematiche del LAVORO e dei GIOVANI apprezzino la mia iniziativa e soprattutto mi diano modo di concretizzarla.

Basta un piccolo gesto: il voto di preferenza a Alberto Misano. Solo così potrò sedere in Consiglio Comunale tra i banchi della maggioranza e portare aventi con incisività questa iniziativa.

 

Le proposte concrete

Ho volutamente concentrato l’attenzione su progetti non complessi, economicamente poco impegnativi e per questo facilmente realizzabili.
Di aria fritta la gente ormai non se ne fa niente!
Sono proposte “a misura di Comune”. Il Comune infatti può e deve lavorare bene sul territorio. Le crisi internazionali non possiamo aspettarci che vengano risolte all’interno delle mura comunali.
Le idee che propongo sono temi di cui ho conoscenza diretta sia per background formativo che per esperienze professionali.

infiniti_orizzonti

chi va in mare naviga, chi sta a terra critica

PROPOSTA 1: il Coworking – Lavorare aggregati

PROPOSTA 2: un Grande Evento di carattere sportivo-musicale a Manzano. Un evento che diventi una tradizione.

PROPOSTA 3: favorire il RECUPERO EDILIZIO (a destinazione residenziale)